Jurassic World: Il Regno Distrutto

Jurassic World: Il Regno Distrutto

 

“La vita non si imprigiona. La vita si libera. La vita…trova una strada” 

 

Dopo l’evacuazione a sorpresa di tutti i visitatori del parco da Isla Nublar, i dinosauri sono in pericolo.

Il vulcano che si trova nell’isola, si è svegliato e minaccia tutte le creature… una sorta di seconda estinzione.

A salvare queste creature ci penseranno Owen e Claire con l’aiuto di un ricco imprenditore, Benjamin Lockwood, ex socio di Dr. John Hammond, e un suo braccio destro che organizza una missione di salvataggio per portare i dinosauri in una riserva naturale privata.

Ma, una volta arrivati a Isla Nublar il vulcano era già attivo, e scopriranno che la loro missione non è così onorevole come credevano.

Infatti i piani del socio di Lockwood erano di prelevare i dinosauri, ma per poi rivenderli ad un’asta, presentando anche un nuovo prototipo di dinosauro, l’Indoraptor, nato dal DNA dell’Indominus rex ricombinato con quello di Velociraptor.

Ma si rivela essere troppo aggressivo per essere controllato e il materiale genetico di Raptor è scomparso, per cui hanno bisogno del DNA di Blue, così da creare una nuova versione dell’ibrido, che possa eseguire gli ordini.

In tutta questa storia c’è una ragazzina, nipote di Lockwood, che si scopre essere un clone della figlia deceduta di Lockwood, ed è la ragione per cui Hammond, contrario alla clonazione umana, decise di separarsi da Lockwood.

Alla fine, Owen e Claire adottano Maisie, le creature sono in fuga esplorando il mondo, un mondo che è entrato in una nuova era e che gli uomini e i dinosauri ora dovranno imparare a coesistere.

 

Il film mi è piaciuto soprattutto per la tematica del salvataggio degli animali, tema molto attuale, e considerato che sono un’animalista, ho apprezzato molto la scena in qui Maisie apre le porte per liberare i dinosauri dopo che Claire aveva deciso di non liberarli nel nostro mondo.

La storia ricorda molto Jurassic Park, anche per il fatto di rivedere Jeff Goldblum, anche se per poco tempo.

Ma il prossimo film sarà diverso, perché ora l’uomo e i dinosauri convivono sullo stesso pianeta, quindi attenti ai vicini 😉 potrebbero essere un po’ rumorosi.

(Trailer Jurassic World: Il Regno Distrutto)

 

I,ALICE

 

Commenti

    1. Autore
      del Post

Commenti chiusi